Prati Stabili MedioBrenta – Il Territorio

 

Il territorio della provincia di VICENZA è caratterizzato da una varietà di ambienti morfologici che riassume in sé tutte le caratteristiche della Regione Veneto: si spazia dall’area inferiore ricompresa tra ambienti rivieraschi di fiumi significativi (Adige, Bacchiglione, Brenta, ecc.), alle aree centrali vocate alle coltivazioni (mais, frumento, soia, ecc.) ed agli allevamenti (bovini, suini, avicoli, ecc.) valle coltivazioni della frutta in terra ed in pianta (ciliegi, olivi, ecc.) sino alle colture tipiche della montagna e dei torrenti delle valli (legname, pescicoltura, ecc.).

Nel corso dei secoli questo territorio si è costantemente antropizzato, cosicché oltre ai centri maggiori di Vicenza, Bassano del Grappa, Thiene, Schio , Valdagno , Chiampo, Arzignano, Lonigo, dopo le due guerre mondiali, soprattutto la pedemontana e la pianura hanno visto l’incremento degli insediamenti artigianali ed industriali, a scapito delle coltivazioni agricole ed animali. Le quali, viceversa, hanno conservato delle specifiche caratteristiche derivante dalla tipologia del territorio, ed espresse in produzioni di livello mondiale, dalle vacche da latte, ai formaggi Asiago e Grana Padano, al riso, agli asparagi, alle ciliegie.

Il presente progetto intende valorizzare il sistema agro–silvo–pastorale del territorio posto al limite est della Provincia di Vicenza, dove sono presenti risorse naturali, culturali, storiche ed artistiche, originate dalle attività agricole e di allevamento, che rischiano di essere depauperate dalla difficoltà di condurre una moderna agricoltura atta ad affrontare sfide economiche europee e mondiali, recuperando risorse di nuove generazioni.

La concorrenza straniera e l’aumento dei costi rendono necessario stimolare la valorizzazione dei prodotti locali e l’introduzione di iniziative volte alla attuazione di una agricoltura orientata anche al contrasto del “climate change”, in una naturale logica di sostenibilità.